Menu Chiudi

Costruire ed usare un geopiano

Il geopiano è uno strumento molto utile per l’apprendimento della geometria e del disegno tecnico, sia alla scuola primaria che alla secondaria di primo grado.

Costruire il geopiano

E’ possibile costruire un geopiano in modo molto semplice, utilizzando un pannello polionda e dei fermacampioni
Occorrente:

  • Pannello polionda formato A4
    spessore consigliato: 3 mm. Si trova nei negozi di bricolage o di cartellonistica
    Vanno bene anche le vecchie cartelline di tecnologia e arte
  • 140 fermacampioni (i numero 4 vanno benissimo)
  • 1 dorsetto (costolina per rilegare i fogli)
  • 1 foglio a quadretti da 1 cm, formato A4
  • 1 matita dura (tipo 2H) ben temperata
  • un chiodo
  • scotch di carta
  • elastici di vari colori

 

Procedimento:

  • Fissare con dello scotch di carta il foglio a quadretti al pannello polionda (immagine 2) e bucare il polionde con la matita, secondo una griglia (noi useremo una griglia di 2 cm).
  • Rimuovere il foglio a quadretti (immagine 3).
  • Utilizzare un chiodo per forare completamente il polionde, in modo tale da poter inserire i fermacampioni nei buchi (immagine 4). Inserire i fermacampioni lasciando un paio di millimetri di gioco tra la testa del fermacampione e il pannello, altrimenti l’elastico non passa al di sotto.
  • Per dare rigidezza al pannello, si può infilare un dorsetto lungo il bordo più lungo (immagine 6).

Ecco una sequenza di immagini che mostra il procedimento


Come usare il geopiano?

  1. Per disegnare geometrie basate sugli inviluppi e sulla congiunzione di punti

    dav
  2. Per esercitarsi con le proiezioni ortogonali e le assonometrie. In particolare, per realizzare assonometrie isometriche occorrerà realizzare un geopiano utilizzando un reticolo isometrico 
  3. Per lavorare sulle simmetrie 
  4. Per scoprire l’area di figure più o meno note (gli alunni imparano a ragionare per sottrazione di aree, per confronto, modificando la figura ma mantenendo l’equivalenza)
  5. Nella costruzione e confronto di figure simili
  6. Per riprodurre immagini di quesiti Invalsi o altri, su cui poter intervenire con modifiche (è un mezzo molto più versatile del disegno)

Ecco alcuni spunti:

 

 

Fonte: EmmaMetodo

Potrebbero interessarti anche:

Disegno tecnico

Tecnologia

Coding

Laboratorio

 

error: Content is protected !!