Menu Chiudi

Come funziona una caffettiera

“La macchina per il caffè è perfetta, punto. Sembra una scultura, è forse l’unica vera statua della nostra quotidianità. Pochi oggetti riescono a toccare tutti i nostri sensi. Il tatto nella preparazione, l’udito nell’attesa, l’olfatto nel raffreddatamento, il gusto nel consumo. E poi la vista: la caffettiera, la guarderesti sempre, perché mette pace. In una manciata di atomi di alluminio, questo oggetto mischia magicamente termodinamica e antropologia, ingegneria e passione. Alfonso Bialetti meriterebbe di essere celebrato come Calvino, Dante o Leonardo. Nel 1933 ha progettato la perfezione.” Massimo Temporelli 

In questo laboratorio cercheremo di capire come funziona una caffettiera, quella che comunemente viene chiamata moka.

Prerequisiti: conoscenza del comportamento dei gas al variare di volume, pressione e temperatura. Se hai bisogno di una spiegazione semplice di questo argomento, guarda i due seguenti video del canale youtube Tecnologia Duepuntozero:

Comportamento di solidi, liquidi e gas (Parte 1)

Comportamento di solidi, liquidi e gas (Parte 2)

 

Realizzeremo la scheda di analisi tecnica della caffettiera, comprensiva di:

  • Disegno globale e delle singole parti di una caffettiera
  • Descrizione del materiale o materiali di cui è fatta
  • Funzione (della moka e delle singole parti)
  • Funzionamento

Analisi tecnica di un oggetto

 

Come è fatta una caffettiera?

Domande-guida:

  • Dove si mette l’acqua?
  • Dove si mette la polvere del caffè?
  • Dove viene raccolto il caffè (inteso come bevanda)?

Come funziona una caffettiera?

Domande-guida:

  • Perché il manico non è di metallo?
  • Per quale motivo il corpo dell’imbuto è così lungo?
  • Per quale motivo il tubicino da dove esce il caffè è così alto?
  • A cosa servono i due filtri?
  • Come fa l’acqua a salire sopra?

Distribuiamo ad ogni gruppo un disegno in sezione di una moka, invitando gli studenti a fare annotazioni, richiami e freccette sul disegno utili per descrivere il funzionamento.

Scarica e stampa il pdf da consegnare ai ragazzi.

 

Terminato il compito lasciamo che ciascun gruppo illustri i propri risultati e quindi elaboriamo collettivamente una relazione tecnica sul funzionamento dell’oggetto.

 

 

Laboratorio di Tecnologia pensato per le classi terze.

La funzione di un oggetto esprime ciò che da quell’oggetto ci aspettiamo e per cui è stato ideato, progettato, costruito e commerciato. La funzione scaturisce dal desiderio o necessità di soddisfare un bisogno.

Il funzionamento è il modo con cui l’oggetto agisce per adempiere alla sua funzione.

 

 

Laboratorio tratto da:

“Esperienze didattiche sugli oggetti per la scuola primaria e secondaria di primo grado”, a cura di Fiorenzo Gori – CIDI Firenze e Pistoia

________________

Potrebbero interessarti anche:

Tecnologia

Comportamento di solidi, liquidi e gas (Parte 1)

Comportamento di solidi, liquidi e gas (Parte 2)

Analisi tecnica di un oggetto

Disegno

Link

error: Content is protected !!