Menu Chiudi

Ciclo di vita dei prodotti

Cosa si intende con ciclo di vita di un prodotto? Cosa succede a un prodotto una volta che non è più utilizzabile?

Guarda questo breve video del Canale Youtube Tecnologia Duepuntozero, oppure leggi l’articolo. Dopo, rispondi alle seguenti domande.

Domande

  1. Cosa si intende con “materia prima“?
  2. Cosa si intende con “semilavorato“?
  3. Cosa si intende con “prodotto finito“?
  4. In cosa consiste la raccolta differenziata?
  5. Quali sono i vantaggi della raccolta differenziata?

 

 

Esercizi interattivi

Semilavorato o prodotto finito?

 

Vero o falso?

 

Ascoltiamo insieme queste canzoni:

Ciclo di vita dei prodotti

Materie prime, semilavorati, prodotti finiti

Ogni giorno nuovi prodotti vengono ideati, realizzati e trasportati verso i luoghi dove verranno utilizzati.

La materia prima è il materiale fornito dallo sfruttamento delle risorse naturali, che è alla base della fabbricazione e produzione di beni

Difficilmente le materie prime sono pronte per essere impiegate nella produzione di un oggetto, ma vengono sottoposte  ad una serie di lavorazioni per diventare semilavorati (o prodotti intermedi).

Il semilavorato è un particolare prodotto che necessita di ulteriori lavorazioni per diventare un prodotto finito, che invece è il prodotto pronto per essere commercializzato.

Ecco alcuni esempi:

I mobili sono prodotti finiti. Vengono costruiti attraverso lavorazioni del legname, cioè di tavole ed assi di legno. Il legname è un semilavorato, che a sua volta viene prodotto utilizzando come materia prima gli alberi.

 

Un abito è un  prodotto finito. Viene prodotto attraverso lavorazioni dei tessuti, che sono semilavorati, a loro volta prodotti utilizzando come materia prima delle fibre tessili, come il cotone, la lana.

Ciclo di vita di un prodotto

Vediamo qual è il ciclo di vita di un prodotto.

Alla base della produzione dei beni, vi è l’estrazione delle materie prime. Attraverso alcune lavorazioni, si ottengono i semilavorati che con successive trasformazioni diventeranno prodotti finiti. Ogni prodotto realizzato è destinato a soddisfare dei bisogni umani.

Tali prodotti vengono successivamente distribuiti attraverso negozi o supermercati, per essere acquistati ed utilizzati. Una volta terminata la loro vita utile diventeranno rifiuti.


L’economia mondiale è basata purtroppo su un alto consumo di materie prime.

Questo rappresenta un serio problema sia per progressivo esaurimento delle risorse naturali che per l’inquinamento generato da una non corretta gestione dei rifiuti.

Dunque bisogna cercare di ridurre la quantità di rifiuti che vengono inviati a discariche e inceneritori, e di recuperare la maggior quantità di materiale possibile per la produzione di nuovi oggetti.

 

Come? Un primo importante passo è quello di effettuare una corretta gestione dei rifiuti.

Corretta gestione dei rifiuti

La raccolta differenziata consiste nella separazione dei rifiuti a seconda della tipologia, in modo tale da reindirizzare ciascuna tipologia di rifiuto verso il trattamento di smaltimento o recupero più adatto, che va

  • Dallo stoccaggio in discarica o all’incenerimento/termovalorizzazione per il residuo indifferenziato
  • al compostaggio per la frazione organica
  • al riciclo per carta, vetro, alluminio, acciaio, plastica

 

Questo tipo di gestione dei rifiuti consente importanti risparmi e di materie prime: infatti i semilavorati si possono anche ottenere da materie prime seconde, cioè

  • Utilizzando i materiali di scarto dei processi produttivi
  • Dal recupero di materiali non più usati (rifiuti)

Oltre al risparmio di materie prime e alla riduzione dei rifiuti da smaltire, il riciclo dei materiali recuperati con la raccolta differenziata consente di risparmiare acqua ed energia che sarebbero necessari per l’estrazione delle materie prime, nonché di ridurre le emissioni in atmosfera.

 

Come possiamo impegnarci noi cittadini per rendere il mondo un posto più pulito?

 

Le  quattro “R”

RIDURRE = Produrre meno rifiuto.
Scegliendo prodotti con minor imballaggio, portando da casa la borsa della spesa, acquistando prodotti ricaricabili, ecc.

RIUTILIZZARE = Utilizzare più volte una cosa prima di gettarla via.
Usando contenitori con vuoto a rendere, ricaricare flaconi con detersivi alla spina, trovando nuovi usi per gli oggetti, ecc.

RICICLARE = Trasformare nuovamente il materiale.
Selezionando accuratamente i rifiuti per la raccolta differenziata, informandoci, ecc.

RECUPERARE = Ottenere dai rifiuti dei materiali da utilizzare nuovamente.
Utilizzando il rifiuto organico per la produzione di concime, per la produzione di energia, ecc.

____

Potrebbero interessarti anche:

Classificazione dei materiali

Tecnologia

Disegno

Lascia un commento

error: Content is protected !!